A g r i C u l t u r a

Leonardo Laureti – Agronomist & Farmer

La Politica Agricola Comune, abbiamo a cuore le nostre radici

Che cosa significa per me la riforma della PAC?

“La Politica agricola comune dell’Europa riflette l’aspirazione della società europea a una politica che garantisca prodotti alimentari di buona qualità, un’attenta gestione delle risorse naturali e uno sviluppo equilibrato del nostro paesaggio agricolo. È una politica a vantaggio di tutti i cittadini dell’Unione Europea.”    Dacian Cioloș, commissario europeo per l’agricoltura

L’importanza dell’agricoltura

L’agricoltura è al centro delle nostre vite. Molto di quello che consumiamo e utilizziamo ogni giorno proviene da un’azienda agricola, dal nostro latte, pane, carne e vino ai nostri vestiti e fiori recisi.

Gli agricoltori svolgono un ruolo unico. Producono alimenti sicuri e di elevata qualità. Ma ci aspettiamo anche che abbiano cura del paesaggio naturale, aiutino ad affrontare i cambiamenti climatici e a salvaguardare la diversità agricola.

Il ruolo della PAC

La Politica Agricola Comune dell’Unione europea (PAC) è stata creata per aiutare gli agricoltori europei a fornire questi beni pubblici.

Sin dal suo lancio nel 1962, la PAC si è evoluta per affrontare le sfide globali che interessano tutti noi. Nel giugno 2013 le istituzioni europee hanno deciso diimprimere alla PAC una nuova direzione con l’obiettivo di assistere gli agricoltori affinché possano confrontarsi meglio con tali sfide. La riforma è stata il risultato di un intenso dibattito pubblico con i cittadini e le parti interessate.

Garantire la nostra sicurezza alimentare

L’Unione europea ha 500 milioni di consumatori che richiedono tutti un regolare approvvigionamento di alimenti sani e nutrienti a prezzi accessibili. Ma in agricoltura non conta solo la quantità. La nuova PAC promuove la diversità e la qualità, rispettando l’ampia varietà di tradizioni agricole dell’Europa.

Essa lo fa puntando in maniera più mirata al sostegno pubblico, riducendo il divario tra i pagamenti ai diversi paesi e regioni dell’Unione europea e favorendo tutti i diversi tipi di aziende agricole e pratiche rurali, siano esse piccole o grandi, a conduzione familiare, convenzionali o biologiche.

Dal momento che in Europa gli spazi per espandere l’area produttiva sono ridotti, la crescita della produzione deve provenire dalla ricerca e dalle nuove tecnologie. La nuova PAC mette ulteriori finanziamenti a disposizione di questo obiettivo, consentendo agli agricoltori di modernizzarsi e diventare più efficienti.

Proteggere il nostro ambiente

Un uso attento delle risorse è essenziale per la produzione alimentare e per la nostra qualità di vita, sia per il presente che per il futuro.

La nuova PAC sostiene gli agricoltori per garantire la tutela dell’ambiente e della biodiversità..

Il 30% dei pagamenti diretti – il sostegno al reddito che gli agricoltori ricevono attraverso la PAC – è legato a pratiche sostenibili ed eco-compatibili come la diversificazione delle colture, il mantenimento di prati permanenti e la tutela di aree ecologiche nelle aziende agricole.

È previsto anche un aiuto specifico per l’agricoltura biologica.

Mantenere la vitalità delle campagne

La PAC riguarda anche le comunità rurali e le persone che qui vivono e lavorano.

L’agricoltura e l’industria agroalimentare oggi significano 46 milioni di posti di lavoro e il 6% del PIL europeo. Questo svolge un ruolo di primo piano nella nostra economia e società. Sono però pochissimi i giovani che guardano all’agricoltura come una professione interessante. Oggi, solo il 6% degli agricoltori ha meno di 35 anni..

La nuova PAC cerca innanzitutto di aiutare gli agricoltori di tutta l’Unione europea a mantenere vive le campagne. Essa stimola l’occupazione, l’imprenditorialità e l’approvvigionamento alimentare a livello locale, sostenendo l’attività rurale con i finanziamenti. Aiuta gli agricoltori a modernizzare le aziende agricole e a investire in ambiti diversi da quello della produzione alimentare.

Sono previsti schemi specifici per offrire sostegno all’agricoltura in condizioni difficili, come nel caso delle zone montane e dei giovani agricoltori per i primi cinque anni di attività nel settore.

La PAC è essenziale per proteggere il futuro dell’agricoltura e della vita rurale in Europa.

Qui è possibile trovare le risposte alle domande sulla PAC: http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-13-631_it.htm

Per saperne di più sull’agricoltura nel tuo paese: http://ec.europa.eu/agriculture/statistics/factsheets/index_it.htm

VIDEO:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19/01/2014 da in Politica agricola con tag , , , .

RSS Agricoltura UE

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

RSS Sviluppo Rurale

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: